Economia circolare – ReMade in Italy® tra le certificazione green

Il nostro percorso alla scoperta delle certificazioni green è iniziato un po’ per caso. Ma da subito l’interesse e la partecipazione è stata significativa. Questo ci ha dato la motivazione per proseguire e per coinvolgere sempre più realtà. Qui trovate il nostro primo articolo da cui siamo partiti. Proseguendo con le certificazioni green FSC®, EPDItaly e STANDARD 100 by OEKO-TEX®.

Oggi ringraziamo la dott.ssa Simona Paola Faccioli (Direttore ReMade in Italy) per la sua disponibilità e la sua passione con cui ci ha parlato dell’economia circolare e della certificazione ReMade in Italy®.

 Quali sono i valori e la filosofia che costituiscono l’anima della certificazione ReMade in Italy®?

ReMade in Italy nasce per dare valore ai prodotti realizzati con materia rinnovata, che deriva da scarti e rifiuti. Quello che sta alla base di ReMade in Italy è una riflessione su quanto si può fare ancora per recuperare la materia da quello che già è disponibile nel nostro ambiente, senza privarlo ulteriormente di materie prime essenziali e senza danneggiarlo con gli smaltimenti. ReMade in Italy serve per far conoscere alla collettività e agli acquirenti che i ri-prodotti non sono solo efficaci per la salvaguardia dell’ambiente, ma sono anche prodotti utili, belli, innovativi. ReMade in Italy è la certificazione di riferimento per l’Economia circolare in Italia.

Perché è importante per un’azienda avere la certificazione ReMade in Italy®?

Perché è la risposta per le aziende che cercano uno strumento per valorizzare il proprio materiale (o prodotto) che deriva da riciclo di rifiuti o di scarti di lavorazione. In questo modo l’Azienda acquista credibilità nel contesto dell’Economia Circolare e si attrezza per poter ottenere concreti vantaggi economici: pensiamo ai CAM e alle gare pubbliche, agli incentivi fiscali, alla plastica tax… Tuttavia i requisiti per ottenerla non sono banali, perché è richiesto il totale tracciamento del processo, dalla provenienza dei materiali sino alla distribuzione del prodotto finito. Ma è proprio per questo rigore che la certificazione ha acquistato la massima credibilità presso le Istituzioni e le Pubbliche amministrazioni, tanto da essere citata espressamente nei CAM.

L’Italia ha diverse aziende che si sono certificate ReMade in Italy®. In questo momento di cambiamenti e di difficoltà economica quanto è strategica la certificazione ReMade in Italy®?

 

 

La certificazione sta crescendo molto nei numeri perché le Aziende sanno, malgrado l’anno terribile, che la sostenibilità ambientale è la chiave per la crescita, e forse per la salvezza. L’economia circolare è la strategia citata in tutti i documenti programmatici di sviluppo, sia a livello europeo sia a livello nazionale. E per le Aziende sarà fondamentale avere una certificazione come prova che il prodotto è conforme ai principi dell’Economia circolare. Inoltre, non ci dimentichiamo che gli Appalti sono sempre più “verdi” e che è diventato oramai necessario avere una certificazione come ReMade in Italy per i materiali e prodotti riciclati.

Grazie ancora alla dott.ssa Faccioli. Nel concludere questo post vi invitiamo a seguirci per le prossime certificazioni. Nello stesso tempo se siete una realtà che si occupa  di certificazioni e di sostenibilità, non esitate a contattarci. Sarà un piacere raccogliere le vostre storie e darle voce attraverso i nostri canali.

(di Andrea Pittana)
Menu