Crediti di Carbonio: cosa sono?

Per affrontare il cambiamento climatico è necessario ridurre le emissioni di gas serra, azione fondamentale per rispettare gli impegni del trattato di Parigi sul clima. Oltre alla mitigazione, per raggiungere la decarbonizzazione vengono attuate anche azioni di compensazioni, al fine di intervenire laddove le emissioni non vengano totalmente ridotte. Tra le azioni di compensazione rientra il mercato dei crediti di carbonio, ossia titoli che corrispondono a una tonnellata equivalente di CO2 non emessa o assorbita grazie ad un progetto di tutela ambientale, per cui è necessaria una corretta gestione dell’ambiente.

Il credito di carbonio è dunque un’unità di carattere finanziario che quantitativamente rappresenta la rimozione di una tonnellata di CO2 dall’atmosfera e si può ottenere attraverso progetti che evitano e riducono gas a effetto serra.

Questi crediti possono essere acquistati da parte di un’azienda proprio per compensare le emissioni che non è riuscita a ridurre, configurandosi come una strategia sostenibile.

In genere, i progetti che permettono di rilasciare crediti di carbonio vengono realizzati in Paesi in Via di Sviluppo, supportandoli così nello sviluppo sociale ed economico.

(di Graziella Pillari)
Menu