Esiste un vino prodotto in modo sostenibile?

Insieme all’autunno arriva anche il periodo di vendemmia. Ma esiste un vino prodotto in modo sostenibile?

Lo standard Equalitas-Vino Sostenibile nasce per essere applicato alla filiera di produzione del vino, attraverso cui tutti gli attori, dagli agricoltori agli imbottigliatori, possono ottenere una certificazione da un ente terzo. La certificazione può essere riferita:

  • all’impresa,
  • al prodotto finito,
  • al territorio.

La norma valuta la sostenibilità delle pratiche di lavorazione – sia quelle in campo agricolo sia quelle in cantina – delle modalità del packaging, degli indicatori ambientali – come l’impronta di carbonio e idrica – ma anche degli aspetti economici sociali nei rapporti con i lavoratori.

In Italia la regione Toscana, con 9 aziende certificate, è l’area con più realtà che si sono adeguate allo standard. Qui di seguito l’elenco per regioni:

  • Piemonte: 1
  • Lombardia: 1
  • Veneto: 3
  • Toscana: 9
  • Marche: 1
  • Umbria: 1
  • Puglia: 2
  • Emilia Romagna: 2
  • Calabria: 1
  • Sicilia: 1

Molte aree con un DNA fortemente orientato sul mondo vinicolo, non hanno ancora strutturato nel loro processo la certificazione sulla sostenibilità. Diversa invece è la questione sui vini biologici che risultano in numero più cospicuo e capillare sul territorio italiano.

(di Graziella Pillari)
Menu