Le foreste creano il vento?

null

“Le foreste sono il polmone verde del pianeta” è ormai un assunto che da almeno 30 anni si insegna a scuola. Grazie alla fotosintesi clorofilliana (il metabolismo che caratterizza tutti i vegetali eterotrofi) producono ossigeno e, soprattutto, vapore acqueo come scarti. Si parla quindi di evapotraspirazione e grazie ad essa le ampie foreste del mondo sono letteralmente in grado di “creare” le nuvole e provocare la pioggia, raffrescando aree altrimenti più calde. Ma se le foreste, oltre a produrre nuvole, producessero anche il vento?

È questa la controversa teoria di Anastassia Makarieva, fisica teorica dell’Università di San Pietroburgo e del suo mentore e collega Victor Gorshkov, ormai scomparso. La fisica sostiene che le foreste siano in grado di produrre flussi ventosi che porterebbero masse umide molto lontane rispetto agli areali d’origine, raffrescando così intere aree continentali altrimenti aride o comunque meno umide.

La presenza stessa delle grandi foreste fungerebbe da guida per i flussi ventosi e le masse d’umidità del mondo.

Per fare un esempio, la teoria suggerisce che le piogge che interessano la Cina continentale sarebbero in gran parte favorite dalla presenza delle foreste equatoriali del Borneo (per l’80%) ad est, e dalle foreste siberiane a nord. Oppure, che la presenza della foresta Amazzonica sia la causa di almeno il 70% delle precipitazioni che interessano il profondo sud-est del Sud America.

“It is not atmospheric circulation that drives the hydrological cycle, but the hydrological cycle that drives the mass circulation of air.”

Se la teoria di Anastassia Makarieva fosse corretta, dunque, le foreste non fornirebbero solamente l’umidità per le grosse masse d’aria che caratterizzano i flussi mondiali, ma bensì fornirebbero anche il flusso d’aria stessa! Tuttavia, la teoria è controversa e i suoi sostenitori sono ad oggi una minoranza.

La ricerca ed il dibattito sono aperti, tuttavia una cosa è sicura: le ripercussioni sul modo di vedere gli alberi, le foreste e più in generale i processi naturali sta cambiando rapidamente. La tutela e la salvaguardia degli alberi e delle foreste sono pertanto di focale importanza per la tutela del complesso ecosistema di cui anche noi facciamo parte.

(fonte: science.org)

ALTRI ARTICOLI:

Menu