Life Panel: la natura e la sostenibilità diventano un’opera d’arte

Nel proseguire il nostro viaggio alla scoperta di realtà italiane che si occupano di sostenibilità e certificazioni green, oggi abbiamo il piacere condividere con voi la nostra intervista a Life Panel. Vi invito a leggere la breve intervista che segue, per scoprire un progetto tutto italiano, innovativo e con il focus sulla natura.

 

Quali sono i valori e la filosofia che costituiscono l’anima di Life Panel?

Life Panel è il risultato di una ricerca su differenti substrati naturali di coltivazione che portò alla scoperta di una miscela innovativa in grado di mantenere la sua forma anche in posizione verticale. Questa scoperta ci ha permesso di sviluppare un’innovativa tecnica di coltivazione per i giardini verticali. A differenza dei sistemi tradizionali, Life Panel propone un supporto in grado di accogliere tutti i tipi di piante (tranne le acquatiche e le geofite) e coltivarle come se fossero in vaso.

Il concetto stesso su cui si basano i nostri pannelli definisce i valori assoluti della nostra società: natura, tempo e conoscenza.

La caratteristica principale della natura è la capacità di rinnovare e per questo motivo scegliamo, per le nostre produzioni, principalmente legno, acciaio e carta. Life Panel vuole allinearsi al tempo delle piante che è ben diverso da quello che la società moderna si aspetta, ma restituisce bellezza e meraviglia che si credeva perse. Lungo il nostro percorso ci siamo accorti che un elemento fondamentale per sfruttare al massimo il nostro sistema e la divulgazione della nostra conoscenza; abbiamo fondato Life Panel LAB, un luogo di aggregazione culturale immerso nel verde, dove organizziamo in collaborazione con diversi gruppi alcuni incontri di divulgazione culturale, yoga e mindfulness. Di recente, essendo costretti a chiudere i battenti, abbiamo intrapreso un processo di divulgazione digitale incentrato sul regno vegetale.

Crediamo sia importante fissare un obiettivo cardine, ad oggi irraggiungibile ma capace di spingere Life Panel sempre più in alto. Un giorno, vorremmo vedere un edificio ricoperto con i nostri pannelli ma non solo per una questione estetica, bensì per una funzione di coibentazione! In questi anni stiamo sviluppando una ricerca improntata sulla variazione di temperatura che un pannello ricco di vegetazione subisce durante le diverse stagioni e possiamo affermare che oscilla sempre tra i 10°C e i 25°C. Forse potremmo salutare i sistemi di riscaldamento e condizionamento artificiali…

 

Perché avere un giardino verticale in azienda?

Nel nostro showroom, oltre il 70% delle pareti sono ricoperte da giardini verticali e spesso dopo una lunga giornata, quando le energie vengono meno persino per tornare a casa, rimaniamo a osservare da vicino i nostri pannelli. Scopriamo nuovi germogli, qualche ciuffetto di muschio e ammiriamo le radici che affiorano dal terreno formando geometrie intricate; tutto questo, come appassionati di piante ci porta molto sollievo, ma esistono altri benefici che interessano tutti i fruitori di un ambiente popolato da piante. Diversi studi scientifici hanno dimostrato che ritrovarsi in un luogo popolato da piante riduce lo stress (studio di Morita e colleghi del 2006), ha un’azione energizzante (Prof. Richard Ryan , docente di psicologia e psichiatria all’Università di Rochester e autore di alcune ricerche pubblicate nel 2010 all’interno del Journal of Environmental Psychology), migliora la memoria (Marc G. Berman e i suoi colleghi, ricercatori dell’Università del Michigan) e combatte la depression (Gregory Bratman, autore dello studio condotto dall’Università di Stanford e pubblicato su Proceeding of the National Academy of Science) ma spesso non esiste lo spazio materiale per posizionare anche delle semplici piante in vaso. Perchè allora non utilizzare le pareti?

 

L’Italia ha diverse aziende che si stanno impegnando molto in ottica di sostenibilità. In questo momento di cambiamenti e di difficoltà economica quanto è strategica secondo voi l’attenzione all’ambiente?

Estremamente importante ma purtroppo solo riferita alle grandi aziende. Le piccole realtà si trovano di fronte a difficoltà sempre maggiori, soprattutto a livello economico, e affrontare delle spese per implementare la sostenibilità diventa aleatorio per la sopravvivenza dell’azienda stessa senza contare che la risonanza di tali operazioni è molto ristretta a livello commerciale.

Life Panel è una start-up di piccole dimensioni ma trasmettere sostenibilità è molto importante per definire la nostra immagine, ad esempio ci affidiamo ad un partner per rendere le emissioni di CO2 del nostro sito a impatto zero. Attraverso lo stesso partner, proponiamo ai nostri clienti di piantare un albero per ogni acquisto di un giardino verticale; statisticamente parlando non abbiamo aumentato il numero di acquisti ma a noi fa piacere farlo!

(di Andrea Pittana)
Menu