Parked Bench: una nuova idea di panchina “verde”

Sempre di più le grandi città cercano di aumentare la propria dotazione di verde, col fine di riforestare i centri abitati e migliorare la vita dei cittadini. Allora perché non creare delle estensioni del marciapiede che siano allo stesso tempo un piccolo spazio verde (sorta di pocket-park) e un sistema di rilevazione della qualità dell’aria? Il WMB Studiodi Liverpool  ha ideato un particolare “parklet”, termine che designa un’estensione dello spazio pubblico in un contesto di strada urbana, andando a diminuire gli stalli di sosta delle automobili, favorendo l’utenza pedonale, nella metropoli di Londra, creando così un modello di riferimento.

Il micro-parco sfrutta lo spazio di due parcheggi per le auto, aumentando il verde pubblico e la disponibilità di sedute e monitorando la qualità dell’aria. L’approccio è stato quello di creare una singola seduta dal design innovativo attorno alla quale creare e sovrapporre zone con elementi vegetali e piccoli spazi pubblici, incoraggiando i passanti a fermarsi e socializzare. I risultanti posti a sedere e le piante, intrecciati fra loro, forniscono una zona cuscinetto alla strada trafficata e creano un’estensione organica del marciapiede.

Il “parklet” ospita anche un monitor della qualità dell’aria che fornisce dati in tempo reale a un’app e a un sito Web progettati dal Kings College di Londra, facenti parte della loro più ampia rete di punti di raccolta dei dati sulla qualità dell’aria all’interno della metropoli.

(di Arianna Giovine)
Menu