Piemonte: mercato volontario dei crediti di carbonio

La Delibera della Giunta Regionale n. 24-4638 del 06/02/17 fornisce disposizioni per lo sviluppo del mercato volontario dei crediti di carbonio da selvicoltura nella Regione Piemonte.

In tale norma vengono definite le Linee Guida per promuovere, nell’ambito della Legge Forestale 4/2009, lo strumento del “Mercato volontario forestale del carbonio” quale contributo alle politiche regionali di sviluppo sostenibile e di contrasto al cambiamento climatico.

Il documento “Crediti di carbonio volontari da gestione forestale – indirizzi per la Regione Piemonte”, di cui all’Allegato A, è parte integrante e sostanziale della delibera e fa riferimento allo sviluppo del mercato volontario del carbonio in ambito forestale consentendo lo scambio di quote prodotte in Regione Piemonte.

In pratica con questa delibera, la Regione Piemonte permette lo scambio quote di Carbonio a seguito di attività selvicolturali che siano coerenti con lo sviluppo sostenibile e il contrasto al cambiamento climatico. Tale mercato di scambio può essere sostenuto anche dal sistema del verde “non forestale” di ambito urbano e periurbano (infrastrutture verdi), ad esempio ampliando gli spazi verdi delle nostre città.

La procedura dovrà essere approvata in coerenza con le politiche forestali regionali di gestione sostenibile, ottimizzando il potenziale del settore forestale per mitigare le emissioni di anidride carbonica.

Lo scambio delle quote di carbonio rappresenta un’ottima occasione per l’Impresa forestale e l’impresa del verde urbano di compensare le proprie emissioni.

Anthemis Environment, da sempre dalla parte dell’ambiente e della sostenibilità, nella progettazione di interventi di riqualificazione e nuova realizzazione di aree verdi inserisce specie vegetali atte ad aumentare lo stoccaggio di carbonio nel rispetto dei Criteri Ambientali Minimi (C.A.M.), come da Decreto del Ministero dell’Ambiente n. 63 del 10 marzo 2020.

(di Elisa Faioli)
Menu